Quando il pesce di paranza diventa l’arte del gusto nella cucina tipica dell’Adriatico

lug 21, 2015 No Comments by

PESCARA – Se il Mediterraneo è la culla della cultura universale, l’Adriatico è il crocevia di tradizioni e di arti culinarie fra le più apprezzate al mondo. Dalle ricette tipiche del borgo marinaro di Pescara, dai tempi delle paranze ad oggi. Una cucina tipica che utilizza prodotti semplici del pescato giornaliero e della campagna abruzzese come in una sinfonia ben assortita di sapori e di colori di una terra ricchissima.20150509_160752

Pescara e Montesilvano possono vantare una marineria che sfrutta la piccola pesca giornaliera in Adriatico con piccole imbarcazioni a motore che riforniscono quotidianamente molti ristoratori della cintura costiera. Pesce freschissimo, dunque, che in poche ore viene trasformato dagli abili chef di alcuni rinomati ristoranti della zona in piatti unici e gustosi.

Alla stregua di un bambino che bagna i piedi nell’acqua prima di tuffarsi fra le tiepide onde del mare d’agosto, cominciamo la nostra avvenura culinaria in un apprezzato ristorante di Pescara, approfittando della ricca proposta di antipasti crudi e appena scottati, per esaltare i profumi e i sapori del pesce appena pescato.antipasti_pesce_bacone_pescara_small

Cominciamo con le code di scampi sgusciati, con la polpa di un colore rosa pallido e dal profumo ineguagliabile. Sono stati appena scottati in padella, con olio extra vergine d’oliva dei vicini Colli Aprutini. Guarniti con succo d’arancia e fragoline di bosco, sale e pepe. Ottimi da gustare con un bianco Pecorino d’Abruzzo, un vino di antiche origine greche a bacca bianca e dal colore caratteristico giallo paglierino. È un vitigno che viene coltivato nelle regioni di Marche e Abruzzo, anche se in minima parte anche nel Lazio e nell’Umbria.bottiglia-bicchiere-vino-bianco-doc

Un vassoio di mazzancolle dell’Adriatico, sgusciate e appena scottate in una pentola con olio extra vergine per mantenere tutto il loro aroma e la loro freschezza, prepara il palato per gustare la polpa di granchio, carne delicata, molto fresca e leggera, ottima anche con la pasta lunga e con quella ripiena.

Polpette di merluzzo in crosta di chiodi di papavero

Polpette di merluzzo in crosta di papaveri

Le polpette di merluzzo in crosta di papaveri, adagiati su una vellutata di piselli, è una piacevole curiosità di un menù rigorosamente a base di pesce. Fantasia nella preparazione e accostamento formidabile nei sapori, grazie a contrasti delicati che esaltano la base principale del piatto.

Fra gli antipasti caldi, il guazzetto di polpo con carciofi è una piacevole riscoperta degli accostamenti fra terra e mare, accompagnato con un fritto di pasta cresciuta che rappresenta una simpatica alternativa al classico crostino di pane.cozze_polpi

Il simbolo della feclicità, soprattutto nella tradizione pugliese, sono le cozze ripiene con la mollica di pane, inumidite con il latte, con l’aggiunta di pecorino e parmigiano, poi sale, pepe e prezzemolo. In una casseruola, l’acqua delle cozze unita alla salsa di pomodoro, creano un piatto di eccezionale ricchezza.primi_piatti_bacone

Fra i primi degni di nota ci sono i trinagolini al ragù di moscardini: triangoli di pasta fatta in casa condita con un ragù molto ristretto al sapore dei gustosi moluschi pescati sulle secche dell’Adriatico. Per non parlare degli gnocchi acqua e farina conditi in bianco con asparagi e gamberetti.

Carmine Romano, uno dei titolari del ristorante

Carmine Romano, uno dei titolari del ristorante “Da Bacone”, in Via Raffaello 66 a Pescara

«Il nostro obiettivo è quello di proporre ai nostri clienti dei piatti semplici e gustosi – ci spiega Carmine Romano, uno dei titolari del ristorante “Da Bacone” a Pescara – . Esaltare i sapori del pesce appena pescato sono una nostra prerogativa che incarna un’antica tradizione di pescatori».spiedini_calamari_grigliata_sogliole

Massimo Manfregola

Twitter: #masman007

Follow us on: https://www.facebook.com/MasmanCommunication

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Coltello & Forchetta, Life Style

About the author

Massimo Manfregola è un giornalista con esperienze nel campo della comunicazione della carta stampata e della televisione. È specializzato nei settori del giornalismo motoristico, con una particolare passione per l’approfondimento di tematiche legate all’arte e alle politiche sociali.
No Responses to “Quando il pesce di paranza diventa l’arte del gusto nella cucina tipica dell’Adriatico”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Masman Communications © 2014 - 2019 di Massimo Manfregola - Tutti i diritti riservati - Le foto presenti su www.masman.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. Note Legali