Cori, nella terra dei Monti Lepini giornalisti assaggiatori d’olio extravergine per un giorno

dic 10, 2017 No Comments by

CORI – Un antico portoncino si apre sull’antistante piazza della chiesa di Sant’Oliva, santa patrona di Cori. È quello del Palazzetto Luciani, un tempo residenza signorile del XVI-XVII secolo e dove, guarda caso, nel piano inferiore sorgeva un antico frantoio, simbolo della tradizione contadina del luogo, già famoso dai tempi dell’Età del Bronzo. Nell’ampia sala al suo interno, domina un tavolo ad Elle, attorno al quale otto giornalisti, assaggiatori d’eccezione d’olio extravergine delle principali aziende olivicole dei Monti Lepini, si destreggiano per celebrare l’inno all’olio d’oliva. Il “camerlengo” di questo concorso, “L’Olio delle Colline a Cori”, giunto alla sua quinta edizione, è Luigi Centauri, presidente e capo Panel della Concorso “L’olio delle Colline a Cori”, premiazione dei vincitori
Capol (Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole Latina). olive_massimo_cori

Sono sei i campioni di olio extravergine delle piante più pregiate dell’oliva Itrana, conosciuta anche come oliva trana, la protagonista delle produzioni dell’oro verde locale, entrato nella storia e nella cultura del territorio di produzione della provincia di Latina. In ballo c’è il Terzo Premio della Critica che per l’occasione sarà deciso da un’apposita giuria di professionisti della comunicazione e del giornalismo locale.

La degustazione deigiornalisti nel Palazzetto

La degustazione dei giornalisti nella sala del Palazzetto Luciani con Luigi Centauri

Ogni bicchiere è contrassegnato da un numero, a sua volta associato al nome e alla storia di un frantoio. Nessuno può sapere, a parte gli organizzatori, quale sia la combinazione che lega un marchio ad un numero, che segna una progressione secca e rigorosa. Ma le differenze sono lì, nel fondo dei piccoli bicchieri d’assaggio, in un dito di “miele verde”, e la loro impronta è tale che nulla può sfuggire ad un buon intenditore, e persino al palato di chi solo per cultura gastronomica sa riconoscere la bontà dei prodotti biologici e naturali.

Vista, olfatto e gusto lavorano all’unisono. Per giudicare un olio extravergine – vale a dire un olio vergine senza difetti organolettici, il cui valore di acidità non deve supera la soglia dello 0,8 % – è necessario che la gradevolezza del prodotto sia a tutto tondo. Un equlibrio quasi subliminale dove la bilancia del gusto e del profumo siano in perfetta armonia. Fieri discendenti e per buona parte protagonisti della buona cucina mediterrena, conosciamo quanto sia importante l’olio extravergine nel bagaglio culturale delle famiglie italiane, soprattutto quelle contadine che hanno saputo tramandare per secoli luoghi e tradizioni, la corrispondenza biologica e naturale del nostro territorio.olio-extravergine_masman_20171209_113045

Non esiste nulla di più intimo e sorprendente di una fragranza di sapori e profumi naturali riposte in poche gocce di quest’olio, dal colore verde intenso come quello delle praterie, dal sapore dolce e deciso, piccante e amaro; un cocktail che è spesso la sintesi naturale di un intero territorio.

Le note di “piccante” e di “amaro” sono le sfumature più intense e percettive della personalità del prodotto naturale e biologico da valutare. La presenza di composti fenolici bioattivi sono gli indicatori dell’alimento nutraceutico per eccellenza. Persino la scienza è sempre più interessata ad approfondire i benefici dell’olio extravergine d’oliva per la salute: contiene una quantità significativa di potenti antiossidanti e di vitamina E.

Tutto è affidato al personale “laboratorio sensoriale” di ogni assaggiatore, in grado di selezionare e quindi restringere la scelta ad un numero sempre più risicato e concentrato di campioni. Perché nemmeno un laboratorio chimico può certificare le caratteristiche organolettiche di un olio extravergine, ed è per questo che l’esame sensoriale con il Panel test (Il Mipaaf con il decreto del 18 giugno 2014 ha recepito le norme dell’International Olive Council e dell’Unione europea attraverso i “Criteri e modalità” per il riconoscimento dei panel di assaggiatori ai fini della valutazione e del controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli di oliva vergini di cui al regolamento CEE n. 2568/91) diventa l’inesorabile ago della bilancia di un percorso complesso e non sempre ripetibile a livello naturale.pane_olio_extravergine_masman

catullo_manciocchi_masman_20171209_111500

Catullo Manciocchi con alcuni alunni dell’asilo nido comunale “Il Bruco Verde” di Cori che hanno ritirato l’attestato al corso sperimentale sull’olioxetravergine

Alla fine la giuria degli assaggiatori giornalisti ha decretato il suo responso, secondo una media di gradimento che ha accreditato il Terzo Premio della Critica per il  concorso, “L’Olio delle Colline a Cori” all’Azienda Agricola I Lori, che conta su una produzione di circa 5.000 piante su un terreno di 20 ettari posti a 450 metri sul livello del mare.

Fra le iniziative legate agli eventi in programma a Cori c’è anche quella di Catullo Manciocchi, riservata all’informazione e all’educazione alimentare di 26 alunni dell’asilo nido comunale “Il Bruco Verde” di Cori. Attraverso la proiezione di slide e di un percorso formativo e informativo relativo alla coltivazione dell’olivo e alla sua trasformazione in olio extravergine, Manciocchi, apprezzato e vulcanico olivicoltore locale, ha creato la giusta atmosfera creativa fra i giovanissimi della scuola materna che si sono mostrati concretamente interessati all’evento che ha riscosso particolare successo.

Massimo Manfregola – giornalista

10/12/2017

Follow us on:

Facebook: https://www.facebook.com/MasmanCommunication
Twitter: #masman007  
https://twitter.com/masman007

YouTube: https://www.youtube.com/user/MasmanVideo

Instagram: https://www.instagram.com/massimomanfregola/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati:

Per il Vino

http://www.masman.com/communications/terra-bacco-degli-sbandieratori-ce-cori-vini-cuori/?lang=it

http://www.masman.com/communications/oggi-roma-in-vino-veritas-nuova-guida-daniele-cernilli/?lang=it

http://www.masman.com/communications/tutta-litalia-vino-nuova-edizione-guida-enologica-daniele-cernilli/?lang=it

http://www.masman.com/communications/vinitaly-tradizione-vino-italiano-tutto-mondo-ci-invidia/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-gianserra-vitigni-molisani-vinica-guida-dei-vini-daniele-cernilli/?lang=it

http://www.masman.com/communications/contro-lasfissiante-burocrazia-i-viticoltori-monferrato-promuovono-testo-unico/?lang=it

Per l’Olio extravergine

 http://www.masman.com/communications/roma-olio-extravergine-taroccate-8-confezioni-10-crollo-produzione-in-italia/?lang=it

http://www.masman.com/communications/lolio-extra-vergine-dei-produttori-lazio-sbarca-singapore/?lang=it

http://www.masman.com/communications/ue-ricatta-litalia-contro-legge-salva-olio-senato-decisione/?lang=it

http://www.masman.com/communications/a-lunione-europea-dice-si-allimportazione-35-mila-tonnellate-olio-tunisino-dazio-zero/?lang=it

http://www.masman.com/communications/olio-extra-vergine-unaprol-roma-indagine-ixe-37-mercato-globale-consuma-olio-extra-vergine-italia-maglia-rosa-deuropa/?lang=it

http://www.masman.com/communications/sequestrati-in-puglia-7000-tonnellate-olio-extra-vergine-contraffatto/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-sicilia-lisola-felice-biodiversita-dellolio-extra-vergine-doliva/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-unaprol-ad-expo-meta-dellolio-tracciato-in-italia-parla-pugliese/?lang=it

http://www.masman.com/communications/dalla-grecia-importazioni-record-olio-doliva-frutta-verdura/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-cucina-taiwan-ce-sempre-olio-italiano-importazioni-cresciute-414/?lang=it

http://www.masman.com/communications/salento-batterio-killer-delle-piante-ulivo-flagella-salento-procura-apre-uninchiesta/?lang=it

http://www.masman.com/communications/varato-piano-olivicolo-nazionale-giman-artistaper-dare-ossigeno-alle-imprese-settore/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-lamerica-mercato-extra-vergine-doliva-si-punta-sulletichettatura-per-tutelare-qualita/?lang=it

Mostre & Eventi, News, Turismo, Arte e Cultura

About the author

Massimo Manfregola è un giornalista con esperienze nel campo della comunicazione della carta stampata e della televisione. È specializzato nei settori del giornalismo motoristico, con una particolare passione per l’approfondimento di tematiche legate all’arte e alle politiche sociali.
No Responses to “Cori, nella terra dei Monti Lepini giornalisti assaggiatori d’olio extravergine per un giorno”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Masman Communications © 2014 - 2018 di Massimo Manfregola - Tutti i diritti riservati - Le foto presenti su www.masman.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. Note Legali