Dolomiti, alpini e ranger dell’Esercito in palestra alle Cinque Torri

lug 08, 2016 No Comments by

CORTINA D’AMPEZZO – Il fascino delle Dolomiti e le guglie de “Le Cinque Torri“, il complesso montuoso del Nuvolau, al confine con San Vito di Cadore e di Cortina d’Ampezzo, hanno fatto da sfondo all’esercitazione multinazionale e interforze organizzata dal comando Truppe alpine dell’Esercito, a cui hanno partecipato anche una rappresentanza di Marina, Carabinieri e Guardia di Finanza oltre a soldati provenienti da 13 Nazioni.

Discesa in

Discesa in “corda doppia” di un militare durante l’esercitazione

In un contesto simile la mente rievoca i ricordi della Prima guerra, nel 1915, quando la zona delle Cinque Torri si rivelò strategica per le operazioni dell’Esercito italiano, impegnato a recuperare terreno verso la vicina Val Badia. Il possesso dell’osservatorio naturale posto sul monte Averau (2.477 metri) era strategico per il controllo visivo del territorio dominante il Flazarego, la Val Cordevole, la Val Costeana e quindi la Val Badia.

«L’addestramento al coraggio è una componente fondamentale per ogni militare e la montagna rappresenta una valida palestra che consente di confrontarsi con elevate difficoltà che, per essere superate, richiedono professionalità determinazione e preparazione tecnica».  Sono le parole del nostro capo di Stato Maggiore della Difesa, il generale Claudio Graziano, nel corso della giornata conclusiva dell’Esercitazione dei nostri militari sulle Dolomiti.

il capo di Stato Maggiore della Difesa, il genrale Claudio Graziano

il capo di Stato Maggiore della Difesa, il genrale Claudio Graziano

«È  fondamentale la partecipazioni di tanti Paesi amici e alleati – ha sottolineato il Generale Graziano-  non solo europei ma anche mediorientali, perché sono tutti militari  con cui cooperiamo sul terreno nell’impegno contro il terrorismo e per garantire la sicurezza internazionale».

«Il fatto che ci siano attività come questa – ha continuato il Generale Graziano – è di grande importanza perché l’addestramento congiunto sia a livello interforze sia multinazionale è fondamentale per  l’interoperabilità, per  conoscersi e  comprendersi, tutti elementi che facilitano lo sviluppo delle operazioni internazionali».

Aggiunge ancora il generale Claudio Graziano, che nel 1992 fu nominato comandante del Battaglione alpiniSusa“ partecipando alla missione ONUMOZ in Mozambico: «Le Forze armate italiane sono un’eccellenza del Paese e hanno portato molto prestigio all’Italia e nelle relazioni con le forze armate straniere. Il potere presentare delle eccellenze quali sono gli alpini è un modo per poter aumentare la credibilità  e la conoscenza dei nostri militari che si addestrano, qui tra queste montagne, in condizioni estreme per poi operare in ambienti difficili, come ad esempio  in Afghanistan».generale_claudio_graziano_2016

La presenza del nostro Capo di Stato Maggiore della Difesa è stata anche l’occasione  per affermare che «Le Forze armate non esistono solo in situazioni di emergenza ma per essere sempre pronte all’impiego è necessario l’addestramento ed io da Comandante in momenti di ristrettezze economiche posso derogare su altro ma non sulla preparazione del personale perché è la garanzia della loro sicurezza».

Attraversata aerea con passaggio su corda fra due speroni di roccia

Attraversata aerea con passaggio su corda fra due speroni di roccia

L’esercitazione ha consentito al numerosissimo pubblico di poter assistere alle capacità dei militari addestrati duranate una serie di operazioni in un ambiente montano: ascensioni in parete di difficoltà fino all’8° grado e traversate aeree con corde statiche, alternate a tecniche di soccorso con e senza l’ausilio di elicotteri.

L’esercitazione dei nostri militari è stata la premessa ad una esercitazione tecnico tattica finale alla quale hanno cooperato e partecipato gli Alpini della Brigata Julia, insieme ai ranger delle Forze per Operazioni Speciali dell’Esercito; gli elicotteri dei reggimenti AVES “Altair” e “Antares” e gli assetti cinofili del Centro militare veterinario di Grosseto e a personale del 17° reggimento artiglieriaSforzesca”.

Massimo Manfregola – giornalista

6/7/2016

Credits e photo: Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione SMD

Twitter: https://twitter.com/masman007

Follow us on: https://www.facebook.com/MasmanCommunication

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati:

http://www.masman.com/communications/roma-cambio-vertice-coi-generale-bertolini-subentra-lammiraglio-cavo-dragone/?lang=it

http://www.masman.com/communications/nostre-forze-speciali-si-addestrano-in-afghanistan-per-ogni-evenienza/?lang=it

http://www.masman.com/communications/roma-generale-claudio-graziano-celebra-chiusura-dellanno-accademico-casd/?lang=it

http://www.masman.com/communications/contingente-italiano-completa-laddestramento-soldati-curdi/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-litalia-addestra-i-peshmerga-contro-lisis/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-vertice-nato-roma-per-i-orizzonti-guerra-ibrida-minaccia-russa/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-capo-maggiore-difesa-claudio-graziano-i-valori-repubblica/?lang=it

http://www.masman.com/communications/litalia-nel-mirino-dei-terroristi-dellisis-minacce-dagli-jihadisti-boko-haram/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-in-libano-missione-militare-italiana-addestra-forze-armate-locali-contro-ogni-tipo-attacco-esterno/?lang=it

http://www.masman.com/communications/manfregola-vertice-in-afghanistan-alte-cariche-istituzionali-nostri-vertici-militari/?lang=it

http://www.masman.com/communications/tasse-fisco-strangolano-paese-aumentano-marche-bollo-237-per-cento-in-arrivo-nuova-tassa-tv-smartphone-chiavette-usb/?lang=it

http://www.masman.com/communications/cominciata-grande-fuga-dallitalia-governi-inadeguati-corruzione-spento-luci-bel-paese/?lang=it

http://www.masman.com/communications/italia-in-riserva-ossigeno-per-uneuropa-sempre-lontana/?lang=it

Sport Vari, War Games

About the author

Massimo Manfregola è un giornalista con esperienze nel campo della comunicazione della carta stampata e della televisione. È specializzato nei settori del giornalismo motoristico, con una particolare passione per l’approfondimento di tematiche legate all’arte e alle politiche sociali.
No Responses to “Dolomiti, alpini e ranger dell’Esercito in palestra alle Cinque Torri”

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.

Masman Communications © 2014 - 2018 di Massimo Manfregola - Tutti i diritti riservati - Le foto presenti su www.masman.com sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. Note Legali